“Le Rue della Seta”, un emozionante racconto

“Le rue della seta” racconta un’imprescindibile storia del passato di Ascoli Piceno e dei territori limitrofi: la nascita e lo sviluppo del settore bacologico.

Ascoli Piceno è stata infatti, tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, un colosso dell’industria europea del seme-bachi e conserva ancora molte tracce di quel glorioso passato: nei nomi delle rue e vie, negli edifici storici che ospitavano gli stabilimenti bacologici, nella vegetazione cittadina ancora caratterizzata da diverse qualità di gelsi, nutrimento primario dei bachi da seta.

Rua del Gelso, Centro Storico Ascoli Piceno

Un emozionante viaggio tra le rue cittadine, in quel tessuto urbano e sociale che ospitò una delle capitali europee del baco da seta.

In un continuo dialogo tra passato e presente, il documentario, conduce il pubblico in una passeggiata virtuale, alla riscoperta dei centri nevralgici della produzione del seme-bachi.

La bacologia ad Ascoli – Nel territorio di Ascoli Piceno erano attivi 50 stabilimenti bacologici, che realizzavano il 30% dell’intera produzione nazionale di seme bachi. Nel periodo dello sfarfallamento, l’industria del seme bachi dava lavoro a circa 5.000 operai.

“Le rue della seta” sarà quindi un documentario sulle tante storie e i tanti luoghi collegati da un comune filo denominatore, quello della seta.

Il documentario – “Le rue della seta” sarà un documentario emozionale.
Un tentativo di dare nuova vita a quel passato, con mezzi tecnici aggiornati e uno stile godibile e fruibile, soprattutto in chiave turistica, mantenendo solide basi di ricerca d’archivio e di scavo storico.
Sono tante le storie connesse alla bacologia ascolana e tutte attendono di essere raccontate e diffuse presso un pubblico ampio e vario: la cittadinanza, i tour operator, i turisti, gli studenti del territorio.

Temi e obiettivi del documentario:

  • Proporre tour alla scoperta degli antichi stabilimenti bacologici della città ed offrire l’occasione di percorrere e guardare Ascoli Piceno con occhi diversi;
  • Rievocare una gloriosa stagione per lo sviluppo economico di Ascoli;
  • Intessere un continuo dialogo tra passato e presente ed ascoltare le testimonianze di coloro che vissero in prima persona quella stagione;
  • Dedicare un capitolo alle donne poiché, quello della seta, era un mondo in prevalenza femminile;
  • Illustrare il ciclo vitale del baco e Riflettere sulle prospettive della gelsi-bachicoltura: le nuove applicazioni industriale e il suo valore in termini di promozione turistica e valorizzazione del territorio.

Cineturismo – il documentario “Le rue della seta” rientra nel progetto Marche Movie Tour che promuove il cineturismo nelle Marche, all’insegna di itinerari ed esperienze per vivere e portare con sé  le storie dei film ambientati  nel territorio.

Il progetto, ideato e coordinato da Piceni Art For Job, in collaborazione con i tour operator Expirit e Italy Movie Walks, si inserisce nel cluster turistico Marche Cinema ed è realizzato in collaborazione con Marche Film Commission – Fondazione Marche Culturae con CNA Cinema e Audiovisivo Marche.

Il Progetto Marche Movie Tour è cofinanziato dal POR MARCHE FESR 2014/2020 – ASSE 8 – INTERVENTO 23.1.2 – Sostegno alla innovazione e aggregazione in filiere delle PMI culturali e creative, della manifattura e del turismo ai fini del miglioramento della competitività in ambito internazionale e dell’occupazione – AREA SISMA – IMPRESE SINGOLE – id 18854.

Per ulteriori informazioni segui i nostri canali social

Facebookhttps://www.facebook.com/leruedellaseta/

Per informazioni sul progetto

Alberto De Angelis
doc@leruedellaseta.it
Via dell’Airone, 21
63074 San Benedetto del Tronto (AP)

Write a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi